CARNEVALECOMUNICATI

POST CARNEVALE DI FUOCO A MISTERBIANCO. L’OPPOSIZIONE: “ASSESSORE MOSCATO, DIMETTITI”. MOSCATO: “E’ STATO UN FRAINTENDIMENTO, SUBITO RISOLTO”

Misterbianco dal 20 al 29 maggio è stato il “centro di gravità permanente” degli eventi della provincia di Catania, grazie all’edizione quasi estiva del Carnevale di Misterbianco. A tenere banco nel post evento non è però l’eventuale critica sull’organizzazione di questo, ma bensì un episodio accaduto all’interno dell’ultimo giorno di sfilata, il 29 maggio, che ha visto come protagonisti l’Assessore alla cultura del Comune di Misterbianco Dario Moscato ed il presidente dell’Associazione di Carnevale New A.N.G.E.

Episodio che è stato evidenziato dall’opposizione politica misterbianchese, in particolare dal consigliere Igor Nastasi che ha riportato il fatto in Consiglio Comunale. I cinque gruppi consiliari: Attiva Misterbianco, Sicilia Futura, MisterbiancOltre, Il Quadrifoglio, Misterbianco Rinasce Con Te, hanno firmato un comunicato congiunto che spiega le motivazioni per cui richiedono le dimissioni dell’Assessore Moscato.

“Domenica sera durante la sfilata del Carnevale a piazza Dante abbiamo assistito a un bruttissimo e inqualificabile episodio.
L’assessore alla Cultura, Dario Moscato, è stato protagonista di un atto gravissimo nei confronti del presidente di un Associazione Carnevalesca impegnato nella sfilata; in seguito alla richiesta pressante dell’ Assessore Moscato di colmare la eccessiva distanza tra un gruppo e l’altro nasceva un diverbio verbale che culminava nell’atto dell’assessore Moscato di afferrare il presidente dell’Associazione per convincerlo con l’uso della forza ad affrettarsi durante la sfilata senza altra perdita di tempo.
Riteniamo questo atto violento, inadeguato ad una figura istituzionale che deve rappresentare la comunità di Misterbianco.
Riteniamo auspicabile, un passo indietro, da parte dell’Assessore Moscato; nessun atto di violenza può essere giustificato tantomeno banalizzato.
A nulla valgono azioni riparatorie o tentativi di minimizzare l’accaduto, il nostro Carnevale non può essere macchiato da un atto gravissimo con autore un rappresentante delle istituzioni.
Noi siamo qui a chiederne le dimissioni per rispetto delle istituzioni, della politica e dell’intera Misterbianco”.

Ma qual è il pensiero dei due protagonisti sull’accaduto?

L’assessore alla cultura Dario Moscato, non essendo stato presente al Consiglio Comunale di ieri non ha potuto controbattere nell’immediato alle accuse dell’opposizione, ma già alle prime luci dell’alba sul suo profilo Facebook non ha perso tempo a pubblicare un post con una foto che lo ritrae insieme al presidente dell’Associazione New A.N.G.E. e che quindi, tende a chiarire la questione.

Inoltre, l’assessore ha voluto controbattere alle accuse dell’opposizione e, quindi, tornare sull’accaduto, inviando agli organi d’informazione un comunicato stampa a sua firma.

“Mi stupisce l’attenzione che l’opposizione di questo Comune ha ritenuto di dover dedicare ad un fraintendimento tra due persone, già risolto alla fine della manifestazione. Ho chiesto immediatamente scusa al diretto interessato per l’utilizzo del tono acceso, mai violento, frutto dell’impegno e della stanchezza di chi è abituato a mettere dedizione nelle cose che fa. Allo stesso modo chiedo scusa alla Città. La competizione che anima il Carnevale di Misterbianco ne aumenta il livello ed a volte anche la tensione. Ma la cosa più importante di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi è lo spettacolo e la bellezza che la nostra Città è stata in grado di dare.”

Infine, il presidente dell’Associazione New A.N.G.E., Alessandro Russo, ha voluto mettere la parola fine all’episodio con una sua dichiarazione.

“Sono amareggiato perché quel piccolo momento di tensione che si è venuto a creare nel corso della sfilata del 29 maggio è stato amplificato di tanto, ma fatti del genere sono cose che accadono perché il momento di concitazione dato dal voler fare bella figura dinanzi ad una Regione intera e non solo, porta alle volte a degli equivoci semplicemente risolvibili a mente fredda. Quindi, nessun rancore, nessun accostamento ai fatti politici, Dario Moscato è l’assessore e su di lui gravita una forte responsabilità. Tutto chiarito, tutto come prima”.

Show More

Related Articles

Back to top button