fbpx
ATTUALITA'

Ritrovato il piccolo Nicola

Le squadre di soccorso hanno ritrovato vivo e in buona salute il piccolo Nicola Tanturli. Il bambino si trovava in fondo a una scarpata a circa due chilometri da casa.

Sembra sia stato il giornalista Giuseppe Di Tommaso de “La Vita in Diretta” di Rai 1 ad avvertire dei lamenti dal fondo del burrone e avvisare i Carabinieri che hanno poi recuperati il piccolo Nicola, per fortuna vivo e in buona salute.

Il piccolo Nicola, quasi 2 anni, era sparito dalla casa dei genitori nella frazione di Campanara del Comune di Palazzuolo sul Senio (Firenze), proprio ieri. La famiglia di Nicola vive in un casolare e gestisce un’azienda di apicoltura proprio in questa località isolata dell’Alto Mugello.

La scorsa notte il sorvolo in elicottero con il termoscanner non aveva dato alcun risultato.

Campanara è una minuscola frazione del Comune di Palazzuolo sul Senio, che si trova nella valle del Mugello, a nord di Firenze. Nel pomeriggio il piccolo Nicola cade e si fa male, viene medicato e piange con i genitori finché verso le 19 viene portato a letto e si addormenta. Entrambi i genitori restano nei dintorni della cascina a badare all’orto e agli animali. A tarda sera, verso le 24, dopo aver cenato, papà e mamma vanno a controllare che il bimbo sia in camera a dormire ma scoprono che non è lì.

Lo cercano fino alle 9 del mattino senza successo e allertano poi i carabinieri. Scattano così le ricerche di carabinieri e vigili del fuoco.

Tutta la comunità del Mugello si mette alla ricerca del piccolo con tutti i mezzi a disposizione.

Secondo i genitori il piccolo soffriva, come il fratello, di sonnambulismo. Per questo potrebbe essere uscito di casa come è già accaduto. Una volta se lo sono trovati davanti a cento metri dal casolare in cui abitano davanti alla stalla. Sul monte, raccontano gli abitanti, vivono i lupi e raccontano anche di un tasso particolarmente aggressivo avvistato più volte vicino alla cascina dove vive la famiglia di Nicola raggiungibile soltanto una mulattiera.

La Prefettura di Firenze aveva diffuso ieri la foto del bimbo di 21 mesi. L’area interessata, per un’ampiezza di circa 10 chilometri quadrati è stata scandagliata con termoscanner e con l’utilizzo di cani molecolari.

Tante ipotesi sono state fatte sulla scomparsa del piccolo Nicola, ma adesso è tutto finto. I bimbo è stato ritrovato sano e salvo.

Show More

Related Articles

Back to top button