ATTUALITA'

Abolizione Green Pass? Ecco le indiscrezioni

Potrebbe essere proprio il 31 marzo prossimo l’inizio dell’itinerario che porterebbe all’abolizione del Green Pass. Itinerario che potrebbe concludersi entro la prossima estate.

È questa una tra le ipotesi più accreditate al vaglio del Governo. Così almeno riferiscono fonti ben informate.

L’ultima tappa di questo itinerario potrebbe concludersi proprio il 15 giugno prossimo. È questa infatti la data dalla quale cesserà l’obbligo del vaccino per gli over 50.

A questa data si dovrà arrivare attraverso una gradualità di abolizione dei vari divieti oggi in essere e sempre tenendo presente l’andamento della curva dei contagi che sembra aver intrapreso la fase discendente in questa quarta ondata.

Per prima cosa, a partire dal prossimo primo di aprile, potrebbe essere abolito il Green Pass per bar e ristoranti all’aperto. Certificazione verde che sarebbe ancora necessaria, invece, per consumare cibi e bevande al chiuso.

Anche per le altre attività che vengono svolte all’aperto potrebbe scattare l’abolizione del Green Pass sempre a partire dalla stessa data.

Successivamente, e sempre guardando all’andamento della curva dei contagi da covid-19, sarà il turno dei negozi per i quali non vi sarebbe più l’obbligo del Green Pass per accedere.

Continuerebbe a essere obbligatoria la certificazione verde per accedere a teatri, cinema, piscine e palestre.

Stesso discorso anche per viaggiare su aerei, treni, tram, metropolitane e autobus. Mezzi per i quali l’eventuale abolizione del Green Pass avverrebbe in un secondo momento.

A questo punto, e siamo già al 15 giugno, data nella quale cadrà l’obbligo della vaccinazione per i lavoratori over 50, se i contagi andranno a scemare, come viene ormai dichiarato dai più importanti virologi, si potrebbe pensare all’abolizione della certificazione verde.

Siamo sempre nelle ipotesi.

Saranno infatti, il calo dei contagi e il comportamento responsabile di ciascuno a far si che si possa finalmente uscire dal tunnel della pandemia e cominciare a vivere non proprio come prima ma guardando a un futuro con pochi rischi, almeno da contagio da covid.

Show More

Related Articles

Back to top button