fbpx
ATTUALITA'

Draghi: Nuovo DPCM valido fino al 6 aprile

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Mario Draghi, ha firmato ieri il nuovo D.P.C.M. che sostituirà il vecchio in scadenza il 5 marzo, l’ultimo del governo presieduto da Giuseppe Conte.

Il nuovo decreto entrerà in vigore il prossimo 6 marzo e scadrà il successivo 6 aprile, il martedì successivo alla solennità di Pasqua.

Il decreto prevede nuove regole per gli spostamenti. In particolare:

  • fino al prossimo 27 marzo rimane il divieto di spostamento tra le varie Regioni e sono consentiti soltanto i movimenti legati a motivi di salute, lavoro e necessità, sempre con l’autocertificazione;
  • Vengono ampliati i Paesi dove viene fatta la sperimentazione dei cosiddetti voli Covid-tested, ovvero quei voli per i quali i passeggeri possono imbarcarsi solo in seguito a un test antigenico rapido prima dell’imbarco o nelle 48 ore precedenti all’imbarco medesimo. A tali Paesi è stato aggiunto il Brasile;
  • Sono state inserite le regole per la zona Bianca prima poco chiare. In particolare nelle zone bianche è stata prevista la fine delle misure restrittive delle zone gialle ma continuano ad applicarsi le misure generali per il contrasto al contagio (ad esempio l’obbligo di indossare la mascherina, l’obbligo di mantenere le distanze interpersonali e i vari protocolli. Non sono autorizzati eventi che comportano assembramenti quali congressi, discoteche, pubblico negli stadi.
  • La scuola. È stata disposta la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, comprese le elementari e le scuole dell’infanzia, in zona rossa e nelle zone dove il rischio è alto. Per le regioni che si trovano in zona arancione e in zona gialle viene data ai Presidenti delle regioni la possibilità di decretare la sospensione dell’attività scolastica in quelle zone dove vi saranno più di 250 contagi per centomila abitanti nei 7 giorni precedenti.
  • Nelle zone gialle viene data la possibilità ai musei di aprire anche il sabato e nei giorni festivi, come del resto già anticipato dal ministro Dario Franceschini a partire dal prossimo27 marzo.
  • Sempre dal prossimo 27 marzo e sempre nelle zone gialle è stata prevista la possibilità della riapertura per cinema e teatri con posti a sedere pre-assegnati, rispettando le norme di distanziamento interpersonale. La capacità non potrà essere superiore al 25% di quella consentita con un massimo di 400 spettatori all’aperto e 200 spettatori al chiuso.
  • Restano, invece chiuse le palestre, le piscine e gli impianti sciistici;
  • È prevista, inoltre, l’eliminazione del divieto di asporto dopo le ore 18 per i locali di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto;
  • in zona rossa resteranno chiusi i servizi alla persona quali parrucchieri, barbieri, centri estetici.

Queste in sintesi le nuove norme illustrate ieri, nel c orso della conferenza stampa dai ministri Roberto Speranza (Salute) e Mariastella Gelmini (Affari Regionali).

Show More

Related Articles

Back to top button